Come stabilizzare le emozioni nelle conversazioni difficili

Fonte: VitalikRadko/Depositphotos

Le emozioni che porti e mantieni durante una conversazione sosterranno o rovineranno la possibilità di ottenere un risultato soddisfacente. Le tue emozioni possono aprire o chiudere le menti delle persone con cui sei.

Con le migliori intenzioni, avrai reazioni emotive in conversazioni difficili. Il tuo potere di far avanzare le cose dipende dalla velocità con cui scegli cosa provare invece.

Non puoi incolpare gli altri per le tue reazioni emotive. Il tuo cervello solleva un’armatura protettiva quando percepisce una minaccia alla tua dignità, identità e bisogni personali. Puoi sederti e stufare di risentimento, o affrettarti a spiegarti in modo difensivo, o semplicemente dire che ti dispiace e ignorare il conflitto pensando che se ne andrà. Il tuo modello di reattività è profondamente radicato nel tuo cervello.

Le reazioni emotive iniziano nel tuo corpo e poi distorcono le tue parole e azioni. Se non cogli le tue emozioni al primo “twitch”, prendono decisioni per te. Quindi giustifichi le tue reazioni invece di scegliere consapevolmente.

Potere emotivo

I modelli automatici di comportamento sono difficili da ignorare. Devi sviluppare l’autoconsapevolezza emotiva per riprendere il controllo del tuo cervello. Puoi sopraffare le abitudini del tuo cervello notando le tue reazioni e poi respirando le emozioni che vuoi provare. Solo allora puoi vedere gli altri sotto una nuova luce, attivare la tua curiosità invece del giudizio e apprezzare la loro prospettiva anche quando è diversa dalla tua.

Una volta che sentono che stai ascoltando e rispetti le loro idee, potrebbero aprirsi per ascoltare la tua storia e i tuoi desideri. L’ascolto rispettoso e curioso è l’unico modo per guidare una conversazione difficile attorno alle buche del disaccordo.

Haim G. Ginott, autore di Between Parent and Child, ha dichiarato:

In tutte le situazioni, è la mia risposta che decide se una crisi è intensificata o ridotta e una persona è umanizzata o disumanizzata.

Quando scegli come vuoi sentirti, le persone sentono il tuo potere generativo. In caso contrario, le tue emozioni indeboliscono il tuo impatto. Puoi ispirare sentimenti di possibilità o alimentare le fiamme della discordia.

Cosa attiva il tuo pilota automatico

Sopprimere le emozioni non aiuta. Le persone sentono ancora l’energia negativa. Quando sentono che stai riempiendo i tuoi sentimenti, non si sentono sicuri di essere completamente aperti e onesti con te. Devi cambiare completamente il tuo stato emotivo affinché si fidino di te.

I tuoi trigger emotivi si basano su bisogni sociali insoddisfatti. Dal momento in cui sei nato, hai ripetuto un comportamento che ti ha portato attenzione positiva, amore e/o sicurezza. Hai imparato come ottenere ciò di cui avevi bisogno prima dalla tua famiglia. Quindi, quando hai iniziato a navigare nella vita al di là della tua famiglia, hai imparato di cosa avevi bisogno per sentirti sicuro o a tuo agio nei tuoi gruppi sociali. Soddisfare le tue esigenze ha alimentato i tuoi successi personali o professionali. Questi comportamenti ripetuti sono diventati i tuoi punti di forza personali.

Quando usi i tuoi punti di forza, ciò che ti ha aiutato a navigare nella vita finora, ti aspetti di ottenere ciò di cui hai bisogno. Potresti desiderare che il tuo lavoro sia apprezzato, potresti voler sentirti rispettato, potresti voler seguire routine ordinate, potresti volere che il tuo contributo intelligente venga riconosciuto o potresti semplicemente voler essere visto e compreso. Puoi trovare un elenco di tipici trigger emotivi per aiutarti a identificare i tuoi bisogni sociali in questo post. Quando le tue aspettative sociali non vengono soddisfatte, reagisci ovunque lungo il continuum dalla rabbia visibile allo spegnimento.

Pensa all’ultima volta che hai provato irritazione, ansia o delusione mentre interagivi con gli altri. Cosa ti aspettavi di ottenere da un amico o collega che è stato trattenuto o ignorato? Non ti sei sentito valorizzato? Temevi che non avessero davvero bisogno di te? Che dire di quando hai condotto una riunione di squadra o hai allenato un nuovo capo e non è andata come speravi? Le loro reazioni sono state sprezzanti? Considera ciò che il tuo cervello pensava di perdere in modo da poter essere più obiettivo con le tue reazioni in futuro.

Non essere imbarazzato o arrabbiato per il tuo impulso a difenderti, convincere gli altri o chiuderti. Non importa quanto pensi di essere emotivamente maturo, il tuo cervello scatenerà reazioni prima che il tuo “sé superiore” abbia la possibilità di intervenire.

Esercitare la scelta emotiva

A causa del rapido tempo di reazione del tuo cervello, l’abilità non è quella di impedirti di reagire. Vuoi sviluppare la tua capacità di spostare rapidamente le tue emozioni a seguito di una reazione.

Letture essenziali per le relazioni

4 sottili segni di auto-sabotaggio nelle relazioni I benefici per la salute delle buone relazioni

Perdona te stesso per essere un essere umano imperfetto. Solo allora puoi iniziare a notare le tue emozioni senza essere distratto dall’essere arrabbiato con te stesso.

Notare che stai reagendo è il primo passo. La tua autocoscienza ti dà la libertà di scegliere come vuoi sentirti. Quindi puoi respirare la sensazione nel tuo corpo in modo che il cambiamento sia completo.

    Scegli come vuoi sentirti prima della conversazione. Scegli una o due parole che rappresentino come vuoi sentirti quando entri e interagisci. Vuoi sentirti calmo e coraggioso, premuroso e curioso, o calmo e fiducioso? Queste saranno le tue parole chiave durante la conversazione per riportare i tuoi sentimenti allo stato emotivo desiderato se ti senti reagire. Presta attenzione al tuo corpo. Hai irritazione allo stomaco, alle spalle o alla mascella? Quando sei ansioso, il tuo cuore batte più forte e la parte posteriore del collo si riscalda? Durante la conversazione, nota qualsiasi tensione nel tuo corpo. Più velocemente noti le tue reazioni, più velocemente puoi spostarle. Relax. Respira ed espira per rilasciare la tensione. Lascia che il sangue scorra più liberamente al tuo cervello. Scegliere. Riempi il tuo corpo con le parole chiave emotive che hai scelto prima della conversazione. Consenti a te stesso di sentire il cambiamento prima di parlare.

Puoi praticare questi passaggi in qualsiasi conversazione o situazione che ti infastidisce o ti spaventa.

Sviluppare l’abitudine di notare e spostare le tue emozioni richiede tempo. La pratica ti rende competente, non perfetto. In poco tempo sarai il padrone delle tue emozioni e potrai usarle per far avanzare le conversazioni dall’inizio a una fine soddisfacente.

Read More

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *